ESAMI DEL PRIMO ANNO DI MEDICINA

Il corso di Laurea in Medicina e Chirurgia è a numero chiuso dal 1999. Per iscriversi a tale corso di studi è necessario il superamento di un test di ammissione. Lo studente che intende intraprendere questi studi è molto curioso, nel sapere quali siano le materie da affrontare e dunque gli esami del primo anno di medicina.

Finalmente, con la scelta universitaria si avrà modo di studiare ciò che effettivamente interessa. La professione del medico implica dedizione e sacrificio, conoscenze specifiche scientifiche ed una buona capacità di relazione nei rapporti interpersonali e nel lavorare in équipe. La prima informazione da tenere presente è che i regolamenti didattici di ateneo si conformano alle prescrizioni del presente decreto, come previsto dall’art. 6, comma 3, del D.M. n. 270/04.

I CREDITI DEL PRIMO ANNO DI MEDICINA

Gli esami del primo anno di Medicina hanno il valore di 60 CFU e sono suddivisi in quattro gruppi.

– Discipline generali per la formazione del medico (Biologia applicata, Fisica applicata, Statistica medica e Genetica medica).
– Struttura, funzione e metabolismo delle molecole d’interesse biologico (Biochimica e Biologia molecolare).
– Morfologia umana (Anatomia umana e Istologia).
– Funzioni biologiche integrate di organi, sistemi e apparati umani (Fisiologia, Bioingegneria industriale, Sistemi di elaborazione delle informazioni, Bioingegneria elettronica e informatica).

Questi sono gli esami del primo anno che il futuro medico dovrà affrontare per costruire solide basi nel proprio percorso universitario. Si precisa, che i dettagli sopra descritti sono quelli previsti dal D.M n. 16 marzo 2007, che determina le classi di laurea magistrale e si applica a tutte le università statali e non statali, ivi comprese le università telematiche.

Il numero dei crediti da assegnare ai settori scientifico-disciplinari sono stabiliti dai regolamenti didattici di ogni singolo ateneo, così da garantire allo studente una solida preparazione sia nelle discipline di base che in quelle caratterizzanti. Per ulteriori informazioni e approfondimenti consultate il sito del ateneo di vostra interesse.